Rifiuti

Ultima modifica 22 gennaio 2021

IL SERVIZIO DI RACCOLTA RIFIUTI E PULIZIA STRADE VIENE SVOLTO DALLA SOCIETA' SILEA SPA

QUALSIASI SEGNALAZIONE, RECLAMO O RICHIESTA IN MERITO VA PRESENTATA ALLA SOCIETA' STESSA:

Numero verde: 800.004.590 (da numero fisso o mobile) da lunedì a venerdì 9.30-18.00

Mail callcenter@sileaspa.it


Nel comune di Lomagna sono vigenti le seguenti modalità di raccolta dei rifiuti:

RACCOLTA A DOMICILIO

LUNEDI’

Sacco trasparente (rifiuti indifferenziati)

Biodegradabile (rifiuti organici-umido)

GIOVEDI’

Biodegradabile (rifiuti organici- umido)

A GIOVEDI' ALTERNI

Sacco viola (plastica/alluminio/tetrapak) ogni 2 settimane

Vetro (ogni 2 settimane)

Per sapere cosa inserire nei sacchi è utile consultare il sito della SILEA ed in particolare il seguente link https://www.sileaspa.it/servizi/servizi-ai-cittadini/abc-lo-butto/

Quando mettere i sacchi e i secchielli in strada

A garanzia dell’igiene ed a tutela del decoro, i rifiuti domestici devono essere depositati all’interno di idonei contenitori. Essi devono essere collocati sulla pubblica via innanzi al proprio civico – in caso di strada privata essi dovranno essere posti all’imbocco della pubblica via - non prima delle ore 19.00 del giorno precedente la raccolta e i contenitori devono essere rimossi dalla pubblica via non appena possibile comunque entro le ore 19.00 del giorno di raccolta.

RACCOLTA SU CHIAMATA

Il Comune di Lomagna tramite SILEA, si avvale della ditta IL TRASPORTO di Perego la raccolta a domicilio di rifiuti speciali quali:

  • tubi catodici (televisori)
  • frigoriferi
  • congelatori
  • lavastoviglie
  • lavatrici
  • stufe in ferro e in ghisa
  • cucine a gas
  • condizionatori
  • caldaie murali

Il servizio viene effettuato gratuitamente, telefonando allo 039/5311661.

Ecocalendario 2021. In formato cartaceo, è stato distribuito in tutte le case a fine 2020; lo si può comunque scaricare in formato digitale da questa pagina (vedi allegato sul lato destro della pagina).

Distribuzione gratuita dei sacchi per la raccolta differenziata. Come è ormai consuetudine, tornerà a essere effettuata in primavera, tra marzo e aprile 2020.

NORME GENERALI

In considerazione dell’elevata valenza sociale ed economica, le frazioni di rifiuto per le quali è prevista la raccolta differenziata devono essere conferite nei contenitori a tal fine preposti. Tali contenitori non devono, in alcun modo, essere utilizzati per il conferimento di materiali diversi da quelli per i quali sono stati preposti . In particolare la raccolta dei rifiuti biodegradabili deve essere effettuata attraverso l’utilizzo di sacchetti in mater-bi che devono essere posti sulla pubblica via in contenitori idonei in grado di contenere i liquidi eventualmente formatisi

E’ vietato smaltire attraverso la raccolta urbana, elettrodomestici, apparecchi elettronici, ingombranti, residui di lavorazioni artigianali o industriali, nonché rifiuti pericolosi o rifiuti tossico-nocivi, materiali derivanti da lavori edili per i quali è necessario utilizzare le apposite strutture di smaltimento (Piattaforma Ecologica – Raccolta su chiamata - Impianti specializzati).

L'abbandono e il deposito incontrollati di rifiuti sul suolo e nel suolo sono vietati.

E’ vietato inserire rifiuti domestici e ingombranti nei cestini stradali.

È altresì vietata l'immissione di rifiuti di qualsiasi genere, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali e sotterranee

Fatta salva l'applicazione della sanzioni di cui agli articoli 255 e 256 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., chiunque viola i divieti di cui sopra è tenuto a procedere alla rimozione, all'avvio a recupero o allo smaltimento dei rifiuti ed al ripristino dello stato dei luoghi in solido con il proprietario e con i titolari di diritti reali o personali di godimento sull'area, ai quali tale violazione sia imputabile a titolo di dolo o colpa, in base agli accertamenti effettuati, in contraddittorio con i soggetti interessati, dai soggetti preposti al controllo. Il Sindaco dispone con ordinanza le operazioni a tal fine necessarie ed il termine entro cui provvedere, decorso il quale procede all'esecuzione in danno dei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate.

SANZIONI AMMINISTRATIVE

Chi viola le norme sopra riportate è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 50.00 a € 300.00 e all’obbligo della pulizia dell’area circostante il luogo di deposito dei rifiuti, se non verrà provveduto alla pulizia, l’autorità comunale potrà provvedere direttamente salvo rivalsa della spesa verso gli inadempienti. In particolare per quanto attiene la raccolta la sanzione verrà attribuita al complesso o unità abitativa innanzi cui il rifiuto è esposto. Nel caso di condomini, corti o contesti plurifamiliari con più accessi la sanzione verrà attribuita all’Amministratore di Condominio o a tutti i proprietari.

SANZIONI GENERALI

Riguardo la tematica dei rifiuti oltre alle sanzioni amministrative valgono le sanzioni riportate nel D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. artt. 254-263. In particolare si ricorda che chiunque abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da trecento euro a tremila euro. Se l'abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio. Inoltre i titolari di imprese ed i responsabili di enti che abbandonano o depositano in modo incontrollato i rifiuti ovvero li immettono nelle acque superficiali o sotterranee in violazione del divieto sono punito:

con la pena dell'arresto da tre mesi a un anno o con l'ammenda da 2.600 euro a 26.000 euro se si tratta di rifiuti non pericolosi;

con la pena dell'arresto da sei mesi a due anni e con l’ammenda da 2.600 euro a 26.000 euro se si tratta di rifiuti pericolosi.

REQUISITI

E’ necessario utilizzare gli appositi contenitori e sacchetti per una corretta esecuzione della raccolta differenziata.

E’necessario rispettare gli orari e le regole stabilite nel regolamenti comunali e la normativa vigente in materia.

COSTO

I costi saranno inseriti all’interno della TARI .

NORMATIVA

D.lgs.152/2006 e s.m.i.

Regolamento di polizia urbana art.15